C'era una volta, in un paese senza buoni editor video...

Dietro ogni grande programma, c'è una storia altrettanto grande. Beh... non sono sicuro se questa sia veramente una grande storia, ad ogni modo eccola. Il mio nome è Jonathan Thomas. Vivo vicino a Dallas, nel Texas del Nord (USA). Sono uno sviluppatore professionista di software / web (più di 20 anni di esperienza).

All'inizio del 2008, installai per la prima volta Ubuntu. Rimasi molto colpito, ma come molte altre persone, mi resi conto immediatamente della mancanza di un editor video. Per settimane cercai, scaricai, configurai, compilai, ed installai qualunque editor video per Linux riuscii a trovare. Venne fuori che ce n'erano molti, ma nessuno che venisse incontro i miei semplici criteri:

Criteri:

  • Facilità d'uso
  • Potenza
  • Stabilità

Così, dopo molte riflessioni, decisi di cominciare il mio personale progetto di editor video nell'agosto del 2008. Sembra facile no? Comunque, come imparai, molte sfide mi aspettavano.

Sfide:

  • Conoscevo a malapena Linux
  • Conoscevo a malapena qualcosa sulla programmazione su Linux (tutta la mia esperienza riguardava Microsoft C# e il framework .NET)
  • Non avevo idea come mixare video e audio tramite codice

Decisi che sarebbe stata una sfida interessante, e che valeva la pena provare. Decisi velocemente per il linguaggio di programmazione Python, per la sua velocità, bellezza, e per la sua ricchezza di connessioni per molte librerie.

Uno dei miei amici suggerì che avrei dovuto tenere traccia dei miei progressi con un blog. Malgrado non avessi esperienza di blogging, risultò essere una delle migliori decisioni che avessi mai preso. Mi ha permesso di documentare le mie decisioni chiave, di incontrare molte persone interessanti, e soprattutto, mi ha permesso di avere un feedback diretto con la comunità dell'editing video.


[Schermata del blog originale - Dicembre 2008]

L'ultimo pezzo mancante dal puzzle era un buon framework multimediale (cioè la libreria che esegue direttamente il missaggio video e audio). MLT. Ho detto abbastanza.

Una volta che tutto ha cominciato a combaciare, mi sono davvero emozionato. Sarei davvero riuscito a tirarne fuori qualcosa? Stavo davvero creando un editor video? Forse, ma prima, aveva bisogno di un nome. Un nome significativo. Un nome fantastico. Avanti veloce 1 mese ... Non riuscivo ancora a pensare a un nome. Un giorno mentre giocavo a basket (PIG per essere precisi), ho perso un colpo aperto. I miei amici hanno iniziato a ridere di me, e poi ha fatto clic. "OpenShot" ... È perfetto. Sembra banale, ma questa è la vera storia di come mi sono inventato il nome "OpenShot".

[Prima immagine pubblica del logo di OpenShot - Settembre 2008]

Ufficialmente, però, il nome rappresenta molto più di un tentativo fallito a pallacanestro: Open sta per open-source, e Shot sta per una singola ripresa cinematografica. Mettendoli insieme si ottiene "OpenShot".

Come OpenShot è migliorato e cresciuto, così è stato per la sua popolarità e per le opportunità per me ed altri sviluppatori che lavorano su OpenShot. Ho avuto il piacere di osservare OpenShot passare dal nulla (letteralmente dal niente), al diventare l'editor video più votato su Ubuntu, fino all'essere al centro della più grande conferenza Linux negli Stati Uniti!

[Jonathan Thomas presenta OpenShot allo SCALE 9x - febbraio 2011]

Come finisce questa storia? OpenShot diventerà l'editor video più grande di tutti i tempi? Chissà... la fine di questa storia è ancora da scrivere. Se si vuole cominciare dall'inizio, ecco le prime quattro voci del mio blog... a partire da maggio 2008: